Sicurezza nelle scuole una priorità che non possiamo rimandare

Sicurezza nelle scuole: una priorità che non possiamo rimandare

La necessità di adeguare le scuole dal punto di vista della sicurezza strutturaleresta un obiettivo da raggiungere per il nostro Paese. In ogni caso, bisogna puntare a tenere alta l’attenzione sulla prevenzione dei rischi e sulla necessità di una constante formazione in merito.

A causa della pandemia, infatti, si sono destinate meno risorse verso quei progetti nati per far conoscere i rischi più frequenti del nostro Paese (come alluvioni, terremoti e incendi), e verso le simulazioni e le prove di evacuazione.

Questo è un grave problema: perché non basta presidiare lo stato di manutenzione e sicurezza delle nostre scuole, occorre formare chi lavora e chi studia, in modo che sappia esattamente cosa fare in caso di emergenza.

 

Gli episodi di crolli sono in aumento: scatta l'indagine

 

Sono 35 gli episodi di crolli che si sono verificati a scuola fra settembre 2020 e agosto 2021.

Solo fra ottobre e novembre, si sono verificati sei casi di crolli: 29 aule sono inagibili e 500 studenti sono in Dad nel liceo Boggio Lera di Catania dove, il 10 novembre, è crollato il tetto a causa delle abbondanti piogge; nella stessa mattinata un crollo è avvenuto nella palestra della scuola media Staffetti di Massa. Il comprensivo di Torre del Greco è stato chiuso fino al 19 novembre a causa di improvvisi crolli di intonaco nei corridoi e a Rodigo è crollato il controsoffitto in un’aula della scuola primaria lo scorso 5 novembre.

 A causa di questi incidenti, Cittadinanzattiva, l’Associazione nazionale presidi e la Protezione Civile hanno lanciato un’indagine “Sicurezza, qualità, benessere a scuola in epoca Covid 19”, rivolta ai dirigenti scolastici degli istituti di ogni ordine e grado, per fotografare i mutamenti relativi all’attuazione del Decreto legislativo 81/2008. Il decreto riguarda la sicurezza dei luoghi di lavoro (quindi è compresa anche la scuola) ed è stato emanato per fronteggiare l’emergenza pandemica e raccogliere e condividere le buone pratiche.

 

La Giornata nazionale della sicurezza nelle scuole

 

 Il 22 novembre è stata istituita la Giornata nazionale della sicurezza nelle scuole che è l’occasione per ricordare chi ha perso la vita a scuola. La Giornata rappresenta, inoltre, l'opportunità di dare rilievo ai diversi percorsi di sviluppo della cultura della sicurezza e di favorirne la diffusione in tutti gli istituti scolastici del Paese.

L'andare a scuola in sicurezza è un diritto ancora disatteso ed è necessario impegnarsi per avere edifici scolastici sicuri, sostenibili, innovativi. A tale impegno deve accompagnarsi con la stessa determinazione e costanza quello per la diffusione della conoscenza dei rischi presenti sul nostro territorio e nelle scuole e di come fronteggiarli.

Contatta BeSafe per definire un percorso formativo sulla sicurezza da attivare nella scuola che frequenti o che frequentano i tuoi figli.

 

 


Email

Richiedi maggiori informazioni