CREDITO D'IMPOSTA FORMAZIONE 4.0: UN'IMPERDIBILE OPPORTUNITA' PER TUTTE LE IMPRESE!

CREDITO D'IMPOSTA FORMAZIONE 4.0: UN'IMPERDIBILE OPPORTUNITA' PER TUTTE LE IMPRESE!

Anche nel 2019 è possibile accedere al credito d'imposta sulle attività formative volte ad acquisire e/o consolidare le conoscenze delle tecnologie previste dal Piano Nazionale Impresa 4.0: 

➢ internet delle cose e delle macchine e integrazione digitale dei processi aziendali, 

➢ big data e analisi dei dati, 

➢ cloud e fog computing, 

➢ cyber security, 

➢ sistemi cyberfisici,

➢ prototipazione rapida, 

➢ sistemi di visualizzazione e realtà aumentata, 

➢ robotica avanzata e collaborativa, 

➢ interfaccia uomo macchina e manifattura additiva. 

È un’agevolazione fiscale che il Ministero dello sviluppo economico concede per stimolare gli investimenti delle imprese nella formazione, tradizionale o in e-learning, del personale. Si rivolge a tutte le imprese italiane indipendentemente dalla natura giuridica, dal settore economico e dalla dimensione. 

 

ENTITA' DELL'AGEVOLAZIONE 

Il credito a favore delle imprese, sulle spese sostenute nel 2019, è il seguente:

➢ 50% delle spese ammissibili per piccole imprese per un massimo di 300.000,00 €

➢ 40% delle spese ammissibili per medie imprese per un massimo di 300.000,00 €

➢ 30% delle spese ammissibili per grandi imprese per un massimo di 200.000,00 € 

 

SPESE AMMISSIBILI

Spese relative al personale dipendente impegnato nelle attività di formazione, cioè il costo aziendale riferito rispettivamente alle ore o alle giornate di formazione. Spese relative al personale dipendente che partecipi come docente o tutor alle attività di cui sopra internamente alla propria azienda. In questo caso le spese ammissibili non possono superare il 30% della retribuzione complessiva annua spettante al dipendente.

 

LA NORMATIVA RICHIEDE:

 

➢  Il deposito telematico di un contratto collettivo di secondo livello che esprima la volontà di svolgere le attività di formazione; 

➢ La redazione di documentazione comprovante la realizzazione della formazione (registri, attestati, relazione finale, ecc.);

➢ L’utilizzo di docenti interni o, se esterni, di docenti universitari o provenienti da enti accreditati per la formazione;

➢ La certificazione delle spese sostenute da parte di un revisore contabile.

 

 

 


Email

Richiedi maggiori informazioni