fbpx
Criminalità in Italia: i numeri del 2021

Criminalità in Italia: i numeri del 2021

Dopo la breve “tregua” garantita dai lockdown torna a salire l’indice di criminalità in Italia. Uno studio effettuato da Il Sole 24 ore dimostra come sono cambiati i reati anche a causa della pandemia: nell’epoca ultra-digitalizzata in cui abbiamo vissuto negli ultimi due anni, sono diminuiti i furti in abitazione e aumentati i reati informatici in modo esponenziale.

A livello generale nei primi sei mesi del 2021 sono aumentate le denunce per furti con strappo (+35%), di motocicli (+17%) e di autovetture (+16%). Calano, invece, i furti in abitazione (-39% rispetto a due anni fa), complice il fatto che la mobilità è rimasta ridotta per il mantenimento dello smart-working e l’apertura a singhiozzo delle scuole. Le denunce di violenze sessuali, invece, sono aumentate dell’1% rispetto al 2019.

 Il grafico che segue mostra la classifica delle 10 città con indice di criminalità più alto.

 

 

Milano detiene il titolo di “Capitale delle denunce” soprattutto per quanto riguarda i furti con destrezza, ossia senza che la vittima se ne accorga, che incidono per il 9% sul dato complessivo. Bologna si trova al secondo posto, seguita da Rimini e Prato

Viene confermata a livello generale la crescita dei reati denunciati in Italia: 5.215 al giorno nel primo semestre del 2021, in crescita del 7,5% rispetto al 2020. A crescere sono soprattutto i reati informatici, cioè quelli che coinvolgono l’utilizzo di strumenti digitali, che a oggi riguardano quasi la metà dei furti denunciati.

 

La crescita dei reati informatici: la situazione in Piemonte

 

 Come dimostrano gli ultimi dati del dipartimento di Pubblica sicurezza del Ministero dell’Interno le denunce per phishing, truffe, furti d’identità e crimini informatici sono aumentate drasticamente. Il grafico del Sole 24 Ore mostra la classifica delle 10 città italiane con indice di truffe e frodi informatiche più alto.

 

 

Sono una sessantina i casi di phishing e sim-swap denunciati nel 2020 al Compartimento della Polizia Postale e delle Telecomunicazioni e avvenuti nel territorio piemontese. Le principali truffe sono il phising e il sim swap.

Il phishing si concretizza attraverso messaggi di posta elettronica ingannevoli provenienti solo in apparenza da istituti finanziari (banche o società emittenti di carte di credito) o da siti web che richiedono l'accesso previa registrazione (web-mail, e-commerce ecc.).

il sim swap, invece, si tratta di un’avanzata tipologia di frode informatica articolata in molteplici passaggi. Una volta individuata la vittima si procede all’acquisizione dei suoi dati e delle credenziali di home banking tramite tecniche di phishing mirato. In parallelo il truffatore, anche tramite dealer compiacenti, realizza una dissociazione tra il numero telefonico e la sim del truffato associando il primo ad una sim nella propria disponibilità.

 

Come tutelarsi dai reati informatici

 

Gli Istituti di Credito o le Società che emettono Carte di Credito non chiedono mai la conferma di dati personali tramite e-mail ma contattano i propri clienti direttamente per tutte le operazioni riservate. Seguendo le seguenti istruzioni, potrete riconoscere e tutelarvi dalle frodi informatiche

Nel caso riceviate una e-mail, presumibilmente da parte della vostra banca, che vi fa richiesta di dati personali, recatevi personalmente presso il vostro istituto di credito. Se credete che l'e-mail di richiesta informazione sia autentica, diffidate comunque del link presente in questa, collegatevi al sito della banca che l'ha inviata digitando l'indirizzo Internet, a voi noto, direttamente nel browser. Potete riconoscere l’origine del link sospetto passando il cursore sopra e guardando quale sito appare in basso a sinistra sul vostro browser. 

Verificate sempre che nei siti dove bisogna immettere dati la trasmissione degli stessi avvenga con protocollo cifrato https e controllate che l'indirizzo URL sia quello del sito che volete visitare, e non un sito “copia” creato per carpire dati. Potete prevenire l’arrivo di queste mail installando sul vostro computer un filtro antispam

Per saperne di più contattaci per una consulenza gratuita. BeSafe può fornirti misure di cyber security per tutelare la tua azienda dalle truffe informatiche.


Email

Richiedi maggiori informazioni

About Us

Be Safe opera nell'ambito della sicurezza sul lavoro e della consulenza per le imprese.

La nostra attività si basa su quattro aree tematiche:

  •  Sicurezza
  •  Igiene degli alimenti
  •  Ambiente
  •  Consulenza organizzativa e legale

Siamo un ente formativo accreditato in Regione Piemonte
Privacy Policy Cookie Policy

NewsLetter

Come Operiamo

Be Safe è un partner strategico per le imprese:

• offriamo servizi obbligatori e necessari ad ogni tipologia di impresa

• forniamo consulenza e metodologie per migliorare le attività ed il valore dei nostri clienti.

BeSafe

BeSafe Group srl
a socio unico
Sede Legale: 
Via Nigiotto, 60
14014 Montafia (AT)
Sede Operativa:
Via Generale Perotti, 78
10095 Grugliasco (TO)
P.IVA 01656730056
Tel. 011/0448043
Fax. 011/0441698

Contatti

 info@besafegroup.it

+39 011 0448043
Via Generale Perotti, 78
10095 Grugliasco (TO)